Precetto su Cambiale – Come Funziona

La cambiale è un titolo esecutivo, che consente al possessore di escutere i beni del debitore, nel caso di inadempienza. Per fare in modo che l’esecutività sia effettiva, è necessario che il titolo rispetti la forma prevista dalla legge cambiaria e che su di esso sia apposta la marca da bollo dell’importo minimo indicato dalle norme, ovvero pari all’11 per mille, nei casi di pagherò, e del 12 per mille per le tratte, in relazione alla somma riportata sulla cambiale.

In assenza dei requisiti formali o di un pagamento incompleto dell’imposta di bollo, il titolo non è esecutivo, anche se ciò dovrà essere rilevato al giudice.

compilazione cambiale

Quando il possessore si presenta dal debitore per chiedere l’adempimento dell’obbligazione, se il debito non viene onorato, si ha titolo per precettare la cambiale entro i ude giorni lavorativi successivi.

Il precetto della cambiale altro non è che un atto con il quale il creditore si rivolge a un pubblico ufficiale, notaio, ma in alcuni casi anche il segretario comunale, che a sua volta intima al debitore inadempiente di onorare l’obbligazione entro un periodo di non meno i 10 giorni successivi, facendogli presenti le conseguenze a cui andrebbe nel caso contrario, cioè l’esecuzione forzata dei suoi beni.

A pena di nullità, il precetto deve indicare le parti, la data di notificazione della cambiale, se questa è fatta separatamente o deve riportare la trascrizione integrale del titolo, se richiesta dalla legge. Il precetto deve anche indicare la residenza o l’elezione di domicilio della parte che lo intima nel comune in cui ha sede il giudice competente per l’esecuzione. Senza tale indicazione, le opposizioni possono essere proposte nel luogo in cui è stato notificato l’atto, mentre le notificazioni alla parte istante si presentano presso la cancelleria del giudice stesso.

Il precetto deve, inoltre, essere sottoscritto e notificato alla parte personalmente e diventa inefficace, se trascorsi i 90 giorni dalla sua notificazione, l’esecuzione forzata dei beni non ha avuto inizio.

Il termine, però, viene sospeso, se è proposta opposizione contro l’atto, riprendendo a decorrere successivamente al giudizio del giudice.

Presentiamo adesso un esempio di precetto di una cambiale.

Creditore intimante: Mario Rossi, nato a ……, il ……., residente in ………, codice fiscale ……………………., agli effetti del presente atto, rappresentato e difeso dall’Avv. …………………, del foro di ………., codice fiscale …………., presso il cui Studio Legale in ……………………. è eletto a domicilio, giusta procura rilasciata a margine del presente atto.

Debitore intimato: Tizio, nato a …….,, il …….., residente in …….., codice fiscale ………………..

Titolo esecutivo: effetto cambiario n……………….., emesso in località…………………….., in data ……………………, dal debitore intimato in favore del creditore intimante, per l’importo di Euro ……………………., protestato in data ………………….., a cura del Notaio Dott. …………………………, di repertorio n. ………………………..

Precetto

a Tizio, nato a ………….., il ……………….., residente in………………….., codice fiscale …………………….., di pagare all’intimante presso il domicilio eletto entro e non oltre 10 giorni dalla data della presente notifica dell’atto i seguenti importi:

Capitale Euro ……..

Interessi legali Euro …………

Spese notarili del protesto Euro ……………..

Compenso per l’atto di precetto Euro …………..

Rimborso spese generali 15% Euro …………….

C.p.a. 4% Euro ……………….

Iva 22% Euro ………………………

Spese di notificazione dell’atto di precett Euro ……………

Totale Euro …………….. .

Roma, lì ……………. 2015

Avv. ……………………….

in allegato o di seguito relazione di notifica del precetto.

Proudly powered by WordPress and Sweet Tech Theme